Kultur in Südtirol - Veranstaltungskalender

 

Dio ride, Nish Koshe Theater

Ironia, autoironia, narrazione, profondità e poesia
Autor: Moni Ovadia
Regie: Moni Ovadia
Musik: Dal Vivo Della Moni Ovadia Stage Orchestra Ctb Centro Teatrale Bresciano, Corvino Produzioni
Darsteller: Moni Ovadia

Una zattera in forma di piccola scena approdava in teatro venticinque anni fa. Trasportava sette vagabondi, sei musicanti e un narratore di nome Simkha Rabinovich.

A chi sentiva il desiderio di ascoltare, Simkha – alias Moni Ovadia - raccontava storie di una gente esiliata, ne cantava le canzoni, canti tristi e allegri, luttuosi e nostalgici, di quel popolo che illuminò e diede gloria alla diaspora.
Artista ironico e auto-ironico, narratore dotato di una lucidità e di una profondità fuori
dal comune e intellettuale poliedrico, Moni Ovadia ha alle spalle una carriera artistica
straordinaria, quasi interamente volta alla conservazione e alla diffusione dell’antica cultura yiddish e dell’Europa dell’Est.


Con la vitalità da giullare del popolo, Moni Ovadia porta sul palcoscenico il suo nuovo
spettacolo, Dio ride. Nish Koshe che ha per protagonista il compagno (tovarisch)
Rabinovich o il cittadino (grajdanìn) Rabinovich, il carattere più celebre dell’umorismo
ebraico-sovietico. Attraverso la sua arguzia e le sue avventure, Rabinovich ci aveva fatto viaggiare nelle nefandezze, nelle assurdità, ma anche nei paradossi e nelle contraddizioni umane del sistema sovietico e, per “simpatia”, di tutti i sistemi del cosiddetto “socialismo reale”.

Ora, Simkha Rabinovich e i suoi compagni di strada ritornano per continuare la narrazione di quel popolo sospeso fra cielo e terra in permanente attesa, per indagarne la vertiginosa spiritualità. E lo fanno con lo stile di un racconto impossibile eppure necessario, rapsodico e trasfigurato, fatto di storie e canti, di storielle e musiche, di piccole letture e riflessioni, alla ricerca di un divino ineffabile presente e assente, vivo e forse inesistente, padre e madre.

 
 
 

Bildergalerie

 
 
 

Info

 
Ticket
Freier Eintritt
 
 
 
 

erstellt von

Verdiplatz, 40
39100 Bozen
 
Tel. +39 0471 301566
 
 
 
Werbung auf kultur.bz.it
Werbung auf kultur.bz.it
Werbung auf kultur.bz.it